Trasferimento di residenza - Comune di Bentivoglio (BO)

Uffici e contatti | I Settore - Affari Interni e Istituzionali | Anagrafe | Trasferimento di residenza - Comune di Bentivoglio (BO)

TRASFERIMENTO DI RESIDENZA

L'art. 5 del decreto-legge 9 febbraio 2012, n.5, convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35, introduce nuove disposizioni in materia anagrafica, riguardanti le modalità con le quali effettuare le dichiarazioni anagrafiche di

Iscrizione anagrafica con provenienza da altro comune;
Iscrizione anagrafica dall'estero;
Cambio di abitazione all'interno del comune;
Emigrazione all'estero,

nonché il procedimento di registrazione e di controllo successivo delle dichiarazioni rese.

I cittadini dovranno rendere le dichiarazioni anagrafiche attraverso la compilazione di moduli conformi a quelli pubblicati sul sito internet del Ministero dell'interno, compilati in tutte le parti indicate come obbligatorie e che troverete cliccando sui seguenti link:
Dichiarazione di residenza
Dichiarazione di residenza - allegato A
Dichiarazione di residenza - allegato B
Dichiarazione di trasferimento all'estero

Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento d'identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo.

Il cittadino proveniente da uno Stato estero, ai fini della registrazione in anagrafe del rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, deve allegare la relativa documentazione, in regola con le disposizioni in materia di traduzione e legalizzazione dei documenti.

Il cittadino di Stato non appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell' allegato A).
Il cittadino di Stato appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell' allegato B).

I cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche nei seguenti modi:

1. Direttamente all'ufficio anagrafe del Comune negli orari di apertura al pubblico dello sportello.
Per agevolare gli interessati  è stata prevista la possibilità di “presentazione assistita”. Questa avviene su appuntamento, da fissarsi contattando l’Ufficio Anagrafe 051 6643 526.
Durante la presentazione assistita la dichiarazione viene esaminata da un Ufficiale d’Anagrafe che può fornire chiarimenti e controllare la regolarità formale della dichiarazione.

2. Per raccomandata, indirizzata a: Ufficio Anagrafe - Comune di Bentivoglio – Piazza dei Martiri per la Libertà, 2 - 40010 Bentivoglio (BO);

3. Per fax al numero 051/6640908

4. Per posta elettronica semplice al seguente indirizzo anagrafe@comune.bentivoglio.bo.it

5. Per posta elettronica certificata al seguente indirizzo comune.bentivoglio@cert.provincia.bo.it

L'invio di cui ai punti 4 o 5 è consentito a una delle seguenti condizioni:
Che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
Che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della Carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
Che la dichiarazione (in formato PDF) sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
Che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner (in formato PDF) e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

PROCEDURA SEGUITA DALL'UFFICIO ANAGRAFE.
A seguito della dichiarazione resa l'Ufficiale d'Anagrafe procederà immediatamente, e comunque entro i due giorni lavorativi successivi, a registrare le conseguenti variazioni, con decorrenza dalla data di presentazione delle dichiarazioni stesse.

IL PROCEDIMENTO NEI DETTAGLI.
I. Ricevuta la richiesta, il Comune, entro due giorni lavorativi, procede alla registrazione. Qualora, ad esempio, la richiesta arrivi il sabato pomeriggio il termine comincerà a decorrere dal lunedì.
II. Entro tale termine il Comune  inoltrerà la comunicazione a quello di provenienza per la cancellazione.
III. Qualora la dichiarazione non contenga tutti i dati obbligatori previsti dalla legge verrà dichiarata “Irricevibile” e sarà archiviata. In questo caso l’interessato dovrà avviare un nuovo procedimento.
IV. Si evidenzia la necessità che siano adeguatamente compilati i campi di interesse del Ministero dei Trasporti per consentire all’amministrazione comunale di avviare le pratiche per la trascrizione del cambio di residenza sulla patente e sui libretti di circolazione dei mezzi.
V. Gli effetti giuridici delle dichiarazioni anagrafiche e delle corrispondenti cancellazioni decorrono dalla data di presentazione della dichiarazione.
VI. I controlli sulla sussistenza effettiva dei requisiti, cui è subordinata la registrazione, devono essere effettuati nei 45 giorni successivi. Infatti l’Ufficiale d’Anagrafe dispone accertamenti per verificare la dimora abituale e la regolarità della documentazione presentata (per i cittadini dell’Unione Europea). Se il termine dei 45 giorni decorre senza che giunga alcuna comunicazione (preavviso di rigetto) dall’Amministrazione comunale, prevale il silenzio assenso, e l’iscrizione anagrafica s’intende regolarmente effettuata.

CONSEGUENZE IN CASO DI DICHIARAZIONI MENDACI.
Qualora dai controlli emergano discordanze con quanto dichiarato, il cittadino sarà invitato a fornire chiarimenti entro 10 giorni dal ricevimento della richiesta. Nel caso trovino riscontro le inesattezze, individuate nell’attività di verifica, si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, che dispongono:
- la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione. Di conseguenza ciò comporterà, oltre alla cancellazione della nuova residenza e al ripristino della situazione precedente, anche la perdita di eventuali benefici dovuti al possesso della nuova residenza (ad es.: iscrizione al nido, agevolazioni tributarie ecc.);
-sanzioni penali per la dichiarazione mendace. Il Comune è infatti obbligato alla segnalazione alle autorità di Pubblica Sicurezza delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti.

A Chi rivolgersi:
Servizi Demografici

Note:

Si precisa che la dichiarazione di possesso delle targhe stradali non riguarda gli autobus, i veicoli destinati al trasporto di cose di massa complessiva superiore a 3.5 tonellate o a servizio di taxi o di noleggio con conducente; per tali veicoli occorre rivolgersi all'Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile.
Al trasferimento di residenza, come pure al cambio di abitazione nel comune, si accompagna la verifica del possesso di cani; come pure la posizione ai fini della registrazione ai Tributi Comunali, ed eventualmente la compilazione della denuncia di cessione di fabbricato. 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (2371 valutazioni)